La Civica si radica sul territorio: in campo Marina Mattarei

La civica non nasconde le ambizioni e punta a crescere nei consensi e radicarsi nei territori in vista delle elezioni provinciali dell’autunno 2023. Ieri pomeriggio 1 luglio 2022 con una conferenza stampa nella saletta dell’hotel America il movimento La Civica ha presentato un nuovo acquisto che non è un nome qualsiasi: Marina Mattarei ex presidente della cooperazione trentina.

Ho maturato subito una certa empatia con il movimento La Civica, apostrofa Mattarei, sin dal primo incontro in occasione degli stati regionali della montagna. La Civica ha dimostrato di saper coinciliare professionalità, preparazione e vero spirito di autonomia locale, che si deve concretizzare proprio in vista dell’importante appuntamento elettorale del prossimo anno. Siamo un partito di raccolta, con una pluralità di visioni ma con una scelta chiaro di campo.

Incontro Altopiano di Pinè – Valle di Cembra: 25 giugno 2022

Il coordinamento territoriale La Civica presenterà la propria attività il giorno sabato 25 giugno 2022 con il seguente programma:

Ore 18.00: conferenza stampa c/o Hotel Pineta sul lago delle Piazze

Ore 19.00: presnetazione al pubblico c/o Bar alla Spiaggia Lago delle Piazze

Interverranno:

Stefano Cobelli: Cooridnatore La Civica Altopiano di Pinè – Valle di Cembra

Mattia Gottardi: Assessore provinciale agli enti locali

Francesco Fantini: Sindaco del Comune di Bedollo di Pinè

I Sindaci Mocheni al fianco della Civica

Mattia Gottardi, assessore provinciale agli enti locali e presidente della lista «La Civica», ha conquistato la valle dei Mocheni – Bersntol, ottenendo l’adesione al suo movimento civico di tutti i sindaci dei comuni della valle, che da sempre sono stati più vicini al Partito autonomista, dai tempi di Enrico Pruner e poi Dario Pallaoro e Diego Moltrer. E l’annuncio – certamente non a caso giunge proprio alla vigilia dell’incontro convocato per domani dal segretario del Patt, Simone Marchiori, per riunire le forze territoriali, civiche e moderate, decise ad unire le forze per contare di più all’interno della coalizione – quale? – in cui si presenteranno alle prossime elezioni provinciali. Gottardi ha già dichiarato che domani la Civica sarà presente all’incontro con il Patt mettendo bene in chiaro che per quanto la riguarda nel 2023 la coalizione di cui farà parte sarà quella guidata daMaurizio Fugatti quindi il centrodestra. Ed è chiaro che l’adesione alla Civica dei sindaci che rappresentano una delle minoranze linguistiche alla base dell’autonomia speciale, per quando il territorio sia piccolo, ha un rilevante peso specifico nel definire la “territorialità” di una coalizione. E questo Gottardi lo sa molto bene, oltre al fatto che l’adesione di questo manipolo di sindaci arriva giusto giusto in controtendenza rispetto alle forte critiche espresse nei giorni scorsi dal Consiglio delle autonomie alla riforma delle Comunità di valle presentate dall’assessore e ora all’esame della commissione consiliare. In una nota congiunta i sindaci Lorenzo Moltrer (Fierozzo -Vlarotz), Luca Puecher (Frassilongo- Garait), Franco Moar (Palù del Fersina- Palai en Bersntol); Andrea Fontanari (Sant’Orsola Terme Oachperg), Mirko Gadler (Vignola – Falesina), defniscono «prioritario trovare la continuità, sul piano politico, nell’impegno, portato avanti fino a questo momento nella visione di collaborazione e unità nell’ambito delle amministrazioni comunali della valle». «I sindaci e le loro giunte, – si aggiunge hanno apprezzato la vicinanza, l’attenzione, alle problematiche ed istanze avanzate dalla nostra valle da parte del presidente Fugatti e della sua Giunta» e «si riconoscono in un nuovo progetto di coalizione politica che gli possa garantire la giusta collocazione in ambito di governo provinciale. Tale consapevolezza e ricerca di dialogo politico ha trovato un accoglimento e risposta nella proposta de La Civica» tanto da «decidere di aderire al Movimento». Mattia Gottardi sottolinea «Il valore, anche simbolico, di questa adesione compatta di un intero territorio, che racchiude in sé tutte le caratteristiche peculiari del Trentino e della sua storia di Autonomia» e «rappresenta un passo importante del percorso di presentazione della Civica che avverrà a partire dalle prossime settimane con cadenza regolare». Gottardi infatti annuncia una quarantina di appuntamenti per annunciare nuove adesioni di amministratori. La prova di forza con Patt e Campobase è iniziata.