Assunzioni aggiuntive nei Comuni sotto i 5.000 abitanti

Approvato il documento che disciplina questa opportunità riservata agli enti che hanno scelto la Gestione associata di determinati servizi.

Si ampliano le opportunità di assunzione per i Comuni trentini, con particolare riferimento ai Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti. Le realtà amministrative che decidano volontariamente di gestire alcune tipologie di attività in forma associata avranno la possibilità di assumere ulteriore personale, dopo il via libera alle prime circa 100 potenziali nuove assunzioni deliberate nello scorso mese di marzo dalla Giunta Provinciale, d’intesa con il Consiglio delle Autonomie Locali, per dare risposta alle esigenze delle municipalità con maggiori carenze di organico. Il provvedimento, approvato oggi dalla Giunta su proposta dell’assessore agli enti locali, è frutto di un importante confronto con il Consiglio delle autonomie locali e conferma il riconoscimento del fondamentale ruolo di presidio delle municipalità del Trentino.

Le novità, come detto, interessano i Comuni che continuano ad aderire volontariamente ad una gestione associata o che costituiscono una gestione associata con almeno un’altra municipalità per la gestione di almeno 3 attività tra quelle individuate nel provvedimento (Segreteria generale, personale e organizzazione; ufficio tecnico, urbanistica e gestione del territorio, anagrafe, commercio, servizi informatici) oppure almeno 2 attività qualora tra queste rientri la gestione finanziaria e delle entrate. Ogni Comune aderente alla gestione associata dei servizi potrà assumere una nuova figura. Il provvedimento definisce anche i criteri con i quali i Comuni che non dispongono di sufficienti risorse finanziarie possono eventualmente richiedere il contributo alla Provincia per sostenere, almeno per il primo periodo di assunzione, i costi relativi a tali assunzioni.

Nel provvedimento varato oggi sono individuate anche ulteriori possibilità di assunzione di personale di polizia locale, come ad esempio il personale stagionale a tempo determinato nei periodi di maggiore afflusso turistico, da parte dei Comuni capofila dei servizi associati di polizia locale.

Il Sistema Trentino. Con Sindaci liberi

di Mattia Gottardi

La politica, come poche altre cose al mondo, si concretizza in un’infinità di aspetti diversi e risulta come una sommatoria di fattori intrinsecamente collegati tra di loro.

In qualunque modo la si approcci, però, quello che da tutti i cittadini viene concepito come l’avamposto della politica è la figura del Sindaco: non solo è l’Istituzione di prossimità, quella presente capillarmente su tutto il territorio e che ha competenza su una serie di aspetti centrali nella vita di ciascuno di noi, ma il Sindaco è soprattutto la persona che chiami per nome, che probabilmente conosci da molti anni perché vive – come te- il tuo paese ed a cui ti rivolgi per qualunque questione, anche quelle le cui competenze travalicano formalmente le funzioni del Comune. E lo fai spesso fuori dagli uffici, incontrandolo a far la spesa od al bar mentre si guarda una partita di calcio.

Comuni, cellule vitali del Trentino

Centralità dei Comuni e primato della famiglia: se dovessimo riassumere l’azione dell’attuale Giunta provinciale, questo sarebbe il filo conduttore.

In sostanza si tratta di un’inversione di rotta e ridimensionamento del ruolo della politica che, da arrogante ed accentratrice, deve diventare strumento per dare ossigeno e queste due cellule vitali del Trentino che garantiscono la gestione del territorio quanto la crescita della nostra Comunità umana.

Protocollo 2020 per la finanza locale – Serata informativa a Malè

ll Coordinamento Val di Sole del Movimento “La Civica” invita gli Amministratori locali e la cittadinanza all’incontro pubblico “Il protocollo 2020 per la finanza locale. Ridiamo ai comuni autonomia gestionale e capacità di presidiare il territorio“, appuntamento che si terrà venerdì 29 novembre, alle ore 20.30, presso la sala congressi del Comune di Malè.

Saluto del Presidente Fugatti agli Aderenti de La Civica

Il saluto del Presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, per l’Assemblea de La Civica.

“Questa collaborazione, frutto anche delle attitudini personali e professionali di Mattia e Vanessa, ha confermato, se ce ne fosse stato bisogno, che l’alleanza di governo tra le nostre forze politiche presenta delle basi solide. Basi che poggiano su valori simili e vocazioni comuni, fondamentali per costruire un progetto volto al futuro, un percorso di valorizzazione dell’Autonomia trentina, tutela del territorio, rafforzamento delle istituzioni locali, sviluppo del contesto economico e imprenditoriale, attenzione ai territori montani e vicinanza al cittadino.”

Protocollo di finanza locale: ecco cosa cambia a favore dei Comuni

Approvato ieri all’unanimità il protocollo di finanza locale per il 2020 in Consiglio delle Autonomie: stop alle gestione associate obbligatorie (per ambito e funzioni), nuovo modello perequativo nei trasferimenti, 20 milioni per nuovi investimenti, nuove assunzioni nei Comuni.

Accademia di formazione per giovani amministratori

“La politica è talvolta fatta di solitudine, soprattutto nelle decisioni. Fa parte del gioco ma la solitudine non deve diventare regola quando un politico o un amministratore è chiamato ad approfondire questioni di natura tecnica o legate al funzionamento della macchina amministrativa”
Ass. Mattia Gottardi

Gottardi: finanziati asili nido e tagesmutter per oltre 27 milioni l’anno

La giunta provinciale ha assegnato stamani, su proposta dell’assessore agli enti locali Mattia Gottardi, la quota residua (pari al 20%) per l’anno 2019 in favore degli enti locali e destinata al finanziamento dei Servizi socio-educativi della prima infanzia.

Gottardi: “Patt alleato con il centrodestra a Trento, ma all’opposizione in Provincia? Non sarebbe uno scandalo

La Civica, riforma istituzionale, amministrative 2020 ed il rapporto con il Partito Autonomista Trentino Tirolese: leggi l’intervista all’Assessore Mattia Gottardi pubblicata su Il Dolomiti.

Gottardi: 10 milioni per i Comuni che hanno difficoltà nella copertura dei costi

Assessore Gottardi: “Sostegno ai Comuni che hanno difficoltà oggettive nella copertura dei costi per i servizi al cittadino, rendendo più equilibrati i trasferimenti perequativi, può liberare 10 milioni di euro di investimenti annui.”

Dal quotidiano L’Adige del 25 ottobre 2019